Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: per eliminare questo banner e acconsentire all'utilizzo dei cookie fai clic su 'Chiudi’. Per maggiori informazioni consulta l'informativa cliccando su 'Info'.

Banner550 proteggiti

L'imposta IMU

image

L'IMPOSTA MUNICIPALE SI APPLICA:

  • immobili diversi dall'abitazione principale

  • immobili adibiti ad abitazione principale di categoria A/1 - A/8 - A/9

Scadenza 16 giugno 16 dicembre

E' STATA ELIMINATA L'IMU SULLA PRIMA CASA

Il Governo ha emanato il DL 30-8-2013 di annullamento del versamento della 1° rata IMU relativamente alla 1° CASA con esclusione delle categorie A/1-A/8-A/9 - è previsto anche l'annullamento della seconda rata con un provvedimento che il Governo dovrebbe approvare entro il mese di Ottobre.

Resta ferma la scadenza del 16 Dicembre per il pagamento della 2° rata per le CASE diverse da quella principale.

L'imposta IMU

Per il 2013 l'imposta municipale (IMU) viene applicata alle abitazioni diverse da quella principale. Gli immobili che pagano l'IMU (case e terreni, questi ultimi per la parte del reddito dominicale), non sono più assoggettati all'IRPEF e alle relative addizionali (ad esclusione degli immobili concessi in locazione per i quali è dovuta alternativamente l'IRPEF o la Cedolare Secca). Anche per le case a disposizione o date in uso gratuito a familiari va versata l'IMU e non è più dovuta IRPEF.

COME SI CALCOLA

Le aliquote IMU vengono stabilite da ciascun Comune aumentando o diminuendo l'aliquota ordinaria fino a un massimo del 0,2% per la prima casa e dello 0,3% sulle altre.

Sempre il Comune decide quali pertinenze (cantine, soffitte, autorimesse) possono pagare l'IMU con l'aliquota ridotta ma questa agevolazione può essere applicata ad una sola pertinenza per ciascuna delle seguenti categorie (C/2,C/6,C/7). Pertanto se si possiede la casa di abitazione e 2 autorimesse di categoria C/6 l'aliquota ridotta spetta solo per 1 autorimessa.

IMU FABBRICATI ALL'ESTERO

E' dovuta da tutti i cittadini che posseggono immobili all'estero. Si prende come reddito di riferimento su cui calcolare l'imposta il valore storico o quello di mercato.

DOCUMENTI NECESSARI

  • Visure catastali, atti notarili o dichiarazioni di successione dei terreni e fabbricati in proprietà, usufrutto o possesso di altri diritti reali.
  • Codici fiscali dei figli di età non superiore a 26 anni che dimorano abitualmente ed abbiano la residenza anagrafica nell'unità adibita ad abitazione principale.
  • Eventuale ricevuta relativa alla richiesta di inagibilità presentata presso l'Ufficio Tributi del Comune.

DETRAZIONI

  • Sull'Imposta dovuta sulla prima casa dove si abita e relative pertinenze è prevista una detrazione fissa di 200 euro. Se l'immobile è l'abitazione principale di più comproprietari la detrazione deve essere ripartita fra gli stessi.
  • Una ulteriore detrazione di 50 euro è prevista per ogni figlio convivente di età inferiore a 26 anni. Per usufruire della detrazione il figlio deve essere anagraficamente residente nell'immobile che costituisce l'abitazione principale dei proprietari, anche se non fiscalmente a carico.
  • Il Comune può aumentare le detrazioni fino ad azzerare l'imposta sulla casa di abitazione e sulle pertinenze.

DICHIARAZIONE IMU

La dichiarazione IMU deve essere presentata entro il 30 Giugno dell'anno successivo in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta (cambio del possesso, modifiche strutturali, ecc).

Qualora sussista l'obbligo dichiarativo, la Dichiarazione IMU deve essere presentata dai soggetti passivi dell'imposta, residenti e non residenti in Italia.

Login